|

Il valore etico del tempo: tra il “già fatto” e il “da farsi”

In un’epoca dove tutto è simultaneo, “darsi tempo” può essere un atto rivoluzionario. Perché solo nello spazio tra progetto e azione è possibile immaginare un cambiamento e la forza per ripartire

|

Perché la comunicazione è un bene collettivo

Nel sovraccarico informativo in cui viviamo, immersi nei dati e nei contenuti, la comunicazione – come ogni bene – rischia di perdere valore: un valore che, oggi più che mai, va ristabilito

|

Il futuro come bene pubblico

Raccogliere le “visioni di futuro” individuali e portarle nell’arena pubblica, per garantire una reale tutela della diversità culturale. Il nuovo ruolo delle istituzioni di fronte alle sfide del presente

|

Il paradosso della Brexit

Quanto è “leggero” un valore immateriale come l’identità? E quanto pesanti le conseguenze di una inconsapevole presa in carico? La lezione paradossale della Brexit vista attraverso la lente obliqua della comunicazione

Pagine

Share

Subscribe

ICS Editorial

“Festina lente”, ovvero “Affrettati lentamente”.

Mag

© ICS POMILIO BLUMM SUMMIT
Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione possono scrivere a contact@pomilio.com